Menu Chiudi

Marco Castelli, da Porto Empedocle a Milano, Parigi, New York

Dai sogni alla realtà, il passo è breve. Così è stato per Marco Castelli, 28 anni, di Porto Empedocle, top model per le più grandi case di moda italiane, parigine e newyorkesi, testimonial di campagne pubblicitarie di brand importanti, tanto per dirne una Chanel, designer per la famiglia reale di Doha e per chi desidera un abito assolutamente unico.

“Dopo la maturità – racconta Marco Castelli – ho deciso di lasciare la Sicilia per lavorare altrove. Mentre facevo il bagnino, Benetton mi ha proposto di sfilare a Palermo, poi sono stato a Milano e, dopo qualche mese, ho iniziato a lavorare per Ferrè e per tantissimi brand, in ultimo una campagna pubblicitaria per un profumo di Chanel. Ho vissuto a New York, Shangai, Pechino, Tokyo, Los Angeles, ho lavorato come ambasciatore nel mondo per aziende importanti, ho curato anche la parte organizzativa di eventi”.

-Qual è il tuo progetto più importante?

“La mia collezione. Sono pezzi unici. Creo l’idea e dipingo gli abiti. In fondo lo stile è qualcosa che ci appartiene”.

-Dovendo scegliere, preferisci la passarella o il designer di moda?

“In questo periodo lavoro con le campagne pubblicitarie. Fare il modello per me è importantissimo, infatti ho un agente a Milano, lavoro molto bene a Parigi e a New York e creo abiti su misura per la famiglia reale di Doha dove, il 19 aprile, ci sarà un evento con la scuola Virginia Commonwealth University”.

-Pensi di fare qualcosa anche nella tua terra?

“Si, qualcosa di molto particolare, un evento gala in Sicilia”.

-Cosa diresti ai tuoi coetanei?

“Occorre provare, fare, andare, sfidare, … ci vogliono inventiva e le persone giuste che ti portano a realizzare il tuo sogno”.

-Cosa farai adesso?

“Se tutto va come da programma, andrò a Milano, Roma e Napoli, poi Parigi e New York”.

-Come curi il tuo aspetto fisico?

“Amo lo sport e a Parigi faccio boxing. Il cibo è importante, mangio tanta frutta e faccio due pasti importanti al giorno, la cena mai dopo le 19. Niente alcol, tranne un bicchiere di vino rosso ogni tanto, e niente fumo tranne se per ragioni di lavoro”. 

-La tua famiglia?

“Li vedo spesso. Torno a casa di sovente”.

-Pensi a farti una famiglia tua?

“Per adesso sto bene così. Si vedrà…”

-Hai un sogno da realizzare?

“Sto vivendo un sogno. Faccio ciò che amo, al di là del soldo. Ogni punto di arrivo è un punto di partenza”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *